Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca sul tasto "Altro"

CORSO: "PREVENZIONE E LINEE DI INTERVENTO A SCUOLA NEI CASI DI CYBERBULLISMO"

Il CENTRO SPORTIVO EDUCATIVO NAZIONALE (CSEN),

in collaborazione con S.A.I.G.A.,

organizza un Corso di Aggiornamento e Formazione per i Docenti di TUTTE LE MATERIE della Scuola Primaria, Secondaria di 1° e 2° grado sul tema:

PREVENZIONE E LINEE DI INTERVENTO A SCUOLA NEI CASI DI CYBERBULLISMO

Venerdì 14, Sabato 15 e Domenica 16 Giugno 2019

Il Bullismo è sempre più riconosciuto come importante problematica che riguarda la pediatria, la famiglia, la psichiatria e la salute pubblica. Nonostante le numerose definizioni, esso è generalmente considerato un tipo specifico di aggressione con uno squilibrio di potere, che può assumere diverse forme. Negli ultimi dieci anni, la rapida crescita della comunicazione elettronica e telematica ha cambiato radicalmente l’interazione sociale, soprattutto tra gli adolescenti.  Il Cyberbullismo è emerso come una nuova forma di bullismo e violenza, mostrando implicazioni diverse dal tradizionale bullismo scolastico e da strada.

Sede: S.A.I.G.A., Via Principe Amedeo, 16 - 10123 Torino

Durata del corso: 20 ore  
 
I DOCENTI PARTECIPANTI USUFRUIRANNO DELL’ESONERO DALL’OBBLIGO SCOLASTICO art. 64 del CCNL AL DIRITTO ALLA FORMAZIONE
 
CORSO A NUMERO CHIUSO: Iscrizioni dal 04 Maggio 2019 al 06 Giugno 2019

Quota: € 244,00 - Il corso prevede l’accettazione del buono docenti

Per informazioni e iscrizioni:
Dott.ssa Marianna FILIPPELLI
Cell. 347 9915712
E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
web: www.saiga.it

Scarica la Brochure


Sei qui: Home News CORSO: "PREVENZIONE E LINEE DI INTERVENTO A SCUOLA NEI CASI DI CYBERBULLISMO"